LEAN THINKING APPLICATO AI SERVIZI

Non esiste un progetto uguale all’altro: cambiano il tipo di attività, i luoghi, gli edifici, gli impianti, le persone.
Esistono un metodo di lavoro Futura Smart Grid e la nostra esperienza sul campo, che ci permettono di adattarci alle realtà che serviamo, anche grazie alla collaborazione con tecnici di tutto il territorio nazionale.

La nostra filosofia LEAN applicata ai servizi non può prescindere da una prima fase di analisi, da una seconda fase di definizione e pianificazione degli obiettivi e delle attività per il miglioramento continuo e da una terza fase di attività operativa e reportistica periodica sui risultati.

1

ANALIZZIAMO

ANALISI DELLA SITUAZIONE ATTUALE

Ogni cliente porta con sé un insieme di valori, obiettivi, competenze e processi che sono fondamentali per riuscire a focalizzare tutto ciò che per la sua attività è rilevante e a valutare cosa possa essere migliorato e come. Ogni cliente porta anche con sé un’infrastruttura di impianti e sistemi che deve essere valutata per la sua anzianità ed efficienza di servizio, nonché per le procedure che ne regolano l’utilizzo, per riuscire ad individuare criticità e possibilità di miglioramento.

E’ solamente unendo queste componenti soft con le componenti hardware che è possibile prendere in carico in modo efficace una partnership e costruire insieme un percorso condiviso.

IN SINTESI

1.1

ANALISI DELLE SOFT SKILL DEL CLIENTE

1.2

ANALISI DELLA CONDIZIONE SISTEMI E IMPIANTI

1.3

INDIVIDUAZIONE DEI PUNTI DI MIGLIORAMENTO

2

PROGETTIAMO

PROGETTAZIONE E PIANIFICAZIONE

La seconda fase vede il confronto tra Futura Smart Grid e il cliente in merito a quelle che sono le criticità emerse e alle loro possibilità di miglioramento, che devono essere condivise e approvate dal cliente stesso.
Individuato un percorso comune è possibile arrivare a definire gli indici e i KPI utili alla misurazione costante degli obiettivi, nonché alla loro costante valutazione per il miglioramento continuo.
E’ la fase in cui viene progettato un piano di azione, vengono stabiliti tempi e budget, vengono definite le procedure di azione e di controllo, vengono scelti i supporti tecnologici utili a supportate le attività.
La condivisione massima è una prerogativa necessari poiché Futura Smart Grid opera con una filosofia di trasparenza totale: ogni cliente ha la possibilità di accedere a tutti i livelli dei software di manutenzione e controllo (Building Management System, o semplici Meter) in ogni momento, anche da remoto.

La condivisione totale di tempi, budget, procedure e accessibilità ai KPI è una costante sia per i servizi di Facility Management, che per i servizi di Project Management e di Asset Management.

IN SINTESI

2.1

CONDIVISIONE DEI RISULTATI DELLE ANALISI

2.2

DEFINIZIONE DEI KPI PER IL MIGLIORAMENTO CONTINUO

2.3

REDAZIONE DEL PIANO DI FACILITY MANAGEMENT

3

MIGLIORIAMO I RISULTATI

ATTIVITÀ OPERATIVA IN LOCO

Dopo aver condiviso il piano di Facility Management, i tecnici e gli installatori Futura Smart Grid provvedono a mettere in pratica le attività previste: servizi di gestione cantiere, installazione impianti e sistemi, erogazione di manutenzioni programmate e di servizi agli edifici, oltre a rimanere costantemente a disposizione in caso di attività extra-pianificazione.
Le attività operative vengono monitorate da pannelli di controllo digitali condivisi tra Futura Smart Grid e il cliente, così come i risultati vengono valutati sulla base dei KPI definiti in precedenza, con l’obiettivo di migliorarli costantemente.

IN SINTESI

3.1

EROGAZIONE
DEL SERVIZIO

3.2

VALUTAZIONE SERVIZIO E RISPETTO KPI

3.3

NUOVO SET UP
DEI KPI